I PRETI - Sito web della Parrocchia di Giubiasco

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

I PRETI

PARROCCHIA

don Juan Pablo



 


Juan Pablo Bravo Venegas

Nato il 22 giugno 1982 a Talca (Cile), compie il suo cammino di formazione agli Ordini Sacri nel Seminario diocesano missionario Redemptoris  Mater a  Melano. Nel contempo frequenta la Facoltà teologica di Lugano, dove consegue il baccellierato  in teologia nel 2015.
Dopo la sua ordinazione diaconale con incardinazione nella Diocesi di Lugano, avvenuta l’8 novembre 2009 nella chiesa di S. Carlo a Biasca, inizia il suo servizio pastorale a Giubiasco e nella Valle Morobbia, dove rimane quale vicario parrocchiale dopo essere stato ordinato sacerdote il 29 maggio 2010 nella Cattedrale di San Lorenzo in Lugano.
Lascia queste comunità nell’estate 2016 per un’esperienza missionaria nell’ambito del cammino neocatecumenale.
Nell’agosto 2017 rientra in Diocesi e viene nominato amministratore parrocchiale in solido, con l’ufficio di moderatore, delle Parrocchie di Bignasco, Bosco Gurin, Broglio, Brontallo, Campo Vallemaggia, Cavergno, Cerentino, Cevio, Cimalmotto, Fusio, Linescio, Menzonio, Niva, Peccia Sant’Antonio, Peccia San Carlo, Prato Sornico, nonché cappellano del Centro sociosanitario di Vallemaggia a Cevio.
È parroco di Giubiasco a partire dall’inizio dell’Anno pastorale 2019 – 2020.

don Mattia


 


Mattia Poropat

Provengo da Trieste, sono il terzo di dieci figli e la mia famiglia mi ha avvicinato alla fede cattolica. Il seme della mia vocazione ha trovato terreno fertile in ambito familiare; questa è stata una grazia, che mi ha permesso di scoprire la meraviglia di essere figlio di Dio. La mia vocazione è maturata anche grazie a mio zio, frate francescano, a cui sono legato e che mi è stato vicino in questo percorso.
Nella mia vita ho visto come il Signore mi ha voluto bene, mi ha amato per quello che sono e questo ha fatto maturare in me la convinzione che il Signore potesse fare di me qualcosa di più grande di quello che io potessi immaginare, e ciò mi ha spinto verso il sacerdozio.
Ho risposto la prima volta alla vocazione nell’ambito di un evento legato alla Giornata mondiale della gioventù, durante il quale mi sono sentito chiamato dal Signore. Un altro momento per me importante è stato, qualche anno dopo, la visita alla Santa Casa di Loreto, dove ho affidato la mia vocazione alla Madonna. Il Cammino Neocatecumenale che sto percorrendo mi ha portato in Ticino; sabato 4 giugno 2022 in Cattedrale a Lugano sono stato ordinato prete. Con questo passo il Signore mi ha messo al servizio della Chiesa e del prossimo.
Sono stato assegnato dal Vescovo come vicario a Giubiasco e Val Morobbia, affiancando don Juan Pablo in questo servizio pastorale che accolgo con gioia.
Un caro saluto a voi tutti, pregate per me.

don Giorgio
(diacono)


 


Giorgio Ulrich

È nato il 24 maggio 1942. È cresciuto nella Parrocchia di Bellinzona e dal 1967 è sposato con Raffaela. Hanno un figlio, Damiano, che con Ornella ha formato la sua famiglia, nella quale sono nati Giulia e Matteo, i loro nipoti. Dopo le scuole dell'obbligo ha frequentato la scuola professionale diplomandosi come giardiniere. Nella Parrocchia di Bellinzona è stato dapprima catechista e successivamente capo scout.
Ha seguito diversi corsi di teologia, tra cui la scuola diocesana durata 5 anni, ottenendo il diploma e poi, in preparazione al diaconato, ha frequentato la Facoltà di Teologia di Lugano. Collabora con la Parrocchia di Giubiasco dal 1995, prima come ministro straordinario dell'Eucaristia e, dal 1998, come diacono permanente.


Cosa è il diaconato?


Dietro al ministero del diacono c'è una lunga storia: si parte dagli Atti degli Apostoli con l'istituzione dei 7, ma c'è chi dice anche prima. Sull'Isola di Malta i diaconi sono chiamati "leviti" in riferimento ai figli di Levi, aiutanti dei sacerdoti nel tempio di Gerusalemme. Col tempo è restato solo il ministero del diacono di "passaggio" per chi si prepara al sacerdozio. Con il Concilio Vaticano II e con il papa Paolo VI torna il diaconato per uomini sposati. Dobbiamo al Vescovo mons. Corecco l'introduzione del diaconato permanente nella diocesi di Lugano. Compito del diacono, che è legato prima di tutto al Vescovo, è complementare al sacerdote e aiuta dove il ministero specifico lo permette: battesimi, matrimoni, funerali, liturgia della Parola, predicazione, servizio alla Mensa Eucaristica e distribuzione della Comunione ai malati.

 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu